La corallina Lifou è una bellissima isola da sogno nell’arcipelago della Nuova Caledonia, meta degli amanti del mare e dello snorkeling.


Si tratta di un’isola molto verde, con foreste e spiagge di sabbia bianca, poco sviluppata nei confronti del turismo, in cui è possibile venire in contatto con usi e costumi tradizionali delle tribù kanak.

Isola da Sogno perchè...

spiagge fantastiche

possibilità di soggiornare presso le tribù locali

bello snorkeling

Lifou non è certamente un’isola per chi è in cerca di svaghi notturni o animazione, è per gli amanti della natura ma con un minimo di organizzazione turistica. Si tratta di un’isola ben poco abitata (soltanto 21mila abitanti per un’estensione di 1150 kmq), ma comunque è la più grande dell’arcipelago delle Isole della Lealtà. Offre panorami mozzafiato, spiagge di sabbia bianca incontaminate, e scogliere a picco sul mare.

Da non perdere, cosa vedere a Lifou, quanto fermarsi

Visitare Lifou, quanti giorni?

Per visitare Lifou possono bastare 3 o 4 giorni, è raccomandabile noleggiare una macchina per spostarsi in autonomia. A Wé è presente anche un moderno supermercato, dove potrete fare approvvigionamenti se avete un alloggio con uso cucina.

Cosa mangiare?

Se volete assaggiare la cucina tradizionale, recatevi nei ristoranti presso le tribù, tutti quelli che alloggiano turisti hanno anche una tavola calda.

Il piatto tradizionale tipico è il bougna, in cui pollo e pesce vengono cotti assieme a tuberi ed igname, in latte di cocco, avvolti da foglie di banana, sotto delle pietre ardenti sottoterra. Per assaggiare questo squisito piatto è necessario prenotare perchè richiede una preparazione molto lunga.

Spiagge e natura a Lifou

Le cose più interessanti da vedere sono le belle spiagge, le scogliere e mi raccomando non dimenticate l’attrezzatura da snorkeling, i fondali della Nuova Caledonia sono ricchissimi di vita marina e coralli! Nella località di Easo si trova anche un centro diving.

Spiagge di Lifou, dove fare snorkeling:

  • Luengoni, al sud dell’isola, una lunga lingua di sabbia bianca e farinosa con isolotti di corallo al centro della baia, qui è possibile avvistare le tartarughe;
  • Baia di Chateubriand, la spiaggia del principale centro abitato di Wé, dove sono state costruite due chiese di confessioni cristiane diverse, una cattolica ed una ortodossa;
  • Spiaggia di Peng, sul lato ovest dell’isola nel territorio della tribù di Hapetra;
  • Baia di Jinek, rinomata per lo splendido snorkeling, questo luogo è da non perdere. Se siete sfortunati dovrete spartire il poco spazio disponibile con gli ospiti appena sbarcati da una nave da crociera (le navi attraccano nel vicino porticciolo di Easo).

Scogliere:

  • Scogliere di Wadra, nell’estremo sud dell’isola, con la vista su un mare molto impetuoso e pericoloso;
  • Scogliere di Jokin, all’estremo nord, vicino alle piantagioni di vaniglia.

Principali manifestazioni folkloristiche e sagre locali:

  • Fête du Santal, fine agosto-settembre, tribù di Easo
  • Fête du vanille, in ottobre, tribù di Mou

Dove dormire a Lifou

A Lifou, come nelle altre isole della Lealtà, la sceltà è fra pochi alloggi, ci sono alcuni hotel di media categoria oppure gli alloggi presso le tribù, che sono molto spartani ma consigliabili se intendete conoscere più da vicino la vita locale.

I due unici hotel vicino alla spiaggia a Lifou sono:

  • Hotel Oasis de Kiamu, in posizione panoramica ma un po’ isolata su una falesia e vicino ad una piccola spiaggia, dispone di proprio ristorante interno, camere e bungalows con cucina, wifi, aria condizionata. A partire da 116 euro a notte, prima colazione esclusa.
  • Hotel Drehu Village: situato sulla magnifica spiaggia della baia di Chateaubriand, hotel 3 ***  con ristorante, bungalows e suites con aria condizionata e wifi, a partire da 140 euro a notte, prima colazione esclusa.

Di alloggi in tribù ce ne sono molti di più sull’isola, in particolare vi consigliamo:

  • Gîte Fenepaza, per la posizione vicina alle scogliere di Jokin, nel nord dell’isola, e per l’ottimo ristorante. Questa struttura è un bed and breakfast con bungalow con aria condizionata, a partire da 18 euro a persona a notte.
  • Chez Jeannette, bungalow tradizionali e ristorante con cucina locale, sulla spiaggia di Chateaubriand, a partire da 33 euro a notte a camera (1-2 persone).
  • Hukekep, gîte con case tradizionali, bagni e docce esterni, camping e ristorante. Sulla spettacolare spiaggia di Luengoni, nel sud dell’isola di Lifou. A partire da 46 euro a notte per 2 persone.

Come arrivare a Lifou

Lifou si può raggiungere da Noumea, la capitale della Nuova Caledonia, via mare o aerea:

  • traghetti giornalieri della linea Betico, che impiega circa 5 ore
  • volo di linea giornalieri dell’AirCaledonie (40 minuti di volo)
  • voli della Air Loyauté (velivoli da 8-19 posti)

Quando Andare a Lifou in Nuova Caledonia

Periodo migliore per andare in Nuova Caledonia. Le stagioni sono invertite rispetto all’Italia, ed i periodi migliori sono il nostro autunno e la primavera.

Periodo sconsigliato: gennaio-marzo, per via della possibilità di cicloni

Periodo consigliato: settembre-novembre, maggio-giugno

Mesi meno caldi: luglio-agosto, in cui l’acqua del mare può risultare fredda,

© photo Isole da Sogno – Îles Loyauté official website

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: